oggi è il 23 maggio siamo in Primavera

Newsletter

consigli

In questa sezione trovi i consigli del farmacista: una selezione di suggerimenti su come prevenire e affrontare le patologie più comuni, e approfondimenti legati a omeopatia, fitoterapia e cosmesi.

continue

In evidenza

NewsConsigli

consiglio Da non perdere

CELLULITE: come combatterla

La cellulite è un disturbo estetico molto comune soprattutto nelle donne. la caratteristica principale è la comparsa iniziale del cosiddetto fenomeno della pelle “a buccia di arancia” che compare nelle aree interessate consequenziali ad una alterazione sia del microcircolo arterioso che linfatico nel sottocute che successivamente porta ad un accumulo di materiale adiposo ed alterazioni fibro-sclerosanti a carico dello stesso sottocutaneo e del derma.
Le aree interessate sono principalmente i glutei, le cosce, l’addome, le anche e la parte superiore delle gambe, ovvero tutte quelle zone ricche di tessuto adiposo. Oltre al fattore ormonale le donne incorrono in questo inestetismo perché ci sono una serie di concause che si sviluppano e talvolta si associano come:
– Svolgono poca attività fisica
– Hanno cattive abitudini: abbigliamento più costrittivo, uso di calzature idonee.
-Alimentazione scorretta, ricca di carboidrati semplici che aumentano lo stato di infiammazione e diminuiscono la produzione dell’ormone della crescita(nemico del grasso).
-Uso di anticoncezionali che favoriscono il ristagno dei liquidi e la distruzione della vitamina B6.
– Stress nervoso continuo che aumenta l’accumulo di sostanze tossiche e non permette u corretto drenaggio dei liquidi.
– Obesità
– Diabete
– Gravidanza
Mentre negli stadi più avanzati l’intervento per migliorare il quadro clinico, ormai in parte irreversibile, dovrà essere più invasivo, negli stadi iniziali si può attuare co successo un approccio multifattoriale che si basa su semplici regole che tendano a migliorare gli scambi microcircolatori e ridurre l’edema, ovvero l’accumulo di liquidi cutanei.
A tale scopo è importante adottare uno stile di vita sano con corrette abitudini alimentari, attività fisica regolare e terapie topiche da effettuare ciclicamente nel corso dell’anno.

ALIMENTAZIONE E TRATTAMENTO
Tendenzialmente la nostra dieta mediterranea oltre ad apportare una notevole quantità di grassi dannosi, cioè quelli saturi(burro,strutto,formaggi grassi,insaccati..)che aumentano il colesterolo cattivo LDL e favoriscono malattie cardiovascolari, fornisce anche grandi quantità di carboidrati semplici che avendo un indice glicemico alto, cioè superiore a 50, provocano picchi insulinici, quindi accumuli di grasso indesiderati, possono far contrarre il diabete ed aumentano stati infiammatori preesistenti.
Mangiare tre volte al giorno purtroppo è sbagliato,questa cattiva abitudine porta spesso alle cosiddette abbuffate perché quando il nostro corpo non viene nutrito da 5 o più ore ha letteralmente fame. In questa situazione si possono sperimentare continui mal di testa, ipoglicemia, pressione arteriosa in calo, affaticamento cronico; spesso si finisce col mangiare più del dovuto e soprattutto male. Il nostro apparato digerente si affatica e col tempo risentirà negativamente di questa situazione.
Sia per un discorso di prevenzione e attenuazione della cellulite ma soprattutto per un discorso di benessere e salute generale, è doveroso consumare 5-6 pasti giornalieri sani e completi che apportano tantissimi vantaggi al nostro organismo. Naturalmente ogni pasto deve apportare tutti e tre i macronutrienti (proteine, carboidrati, grassi ) in misura adeguata, con maggior importanza ai carboidrati complessi come verdure, frutta, cereali integrali, e grassi buoni come frutta secca e olio extravergine di oliva.
E’ importante non far passare più di tre ore tra un pasto e l’altro e ricordarsi di bere acqua costantemente in quanto permette il giusto equilibrio dei vari elettroliti, facilita la digestione e l’eliminazione delle scorie; si consiglia di bere almeno 2-3 litri al dì.
Nel periodo estivo come si sa, si perdono molti liquidi e l’apporto deve essere aumentato almeno di un litro o anche di più per chi fa attività fisica.
La cellulite implica uno stato infiammatorio del tratto sottocutaneo, è consigliabile assumere un multivitaminico/minerale per ripristinare eventuali deficit alimentari e soprattutto tenere sotto controllo l’equilibrio acido/base del nostro organismo con una dieta più basica cioè con maggiore importanza verso i cibi più alcalini come frutta e verdura.
CELLULITE E RIMEDI NATURALI
Le piante per combattere gli inestetismi della cellulite, impiegate in fitoterapia, agiscono sulla protezione dei vasi sanguigni e sul miglioramento dell’elasticità delle loro pareti e hanno importanti proprietà diuretiche e drenanti. Si possono assumere singolarmente o in composti per sfruttare una loro azione sinergica, in tisane, compresse o capsule e tinture madri. Ecco le principali:
-le foglie e la corteccia di AMAMELIDE sono utilizzate nei disturbi del sistema circolatorio, dove sia necessaria un’azione astringente.
-le foglie di CENTELLA rinforzano ed elasticizzano le pareti dei vasi sanguigni, favorendo la corretta circolazione periferica.
-il GAMBO D’ANANAS è largamente impiegato per migliorare la circolazione sanguigna e linfatica perché riduce la vasodilatazione e l’eccessiva permeabilità dei capillari, attenuando le infiammazioni o i dolori localizzati.
-il MELILOTO è usato nel trattamento dell’insufficienza venosa e linfatica, in presenza di edemi e gonfiori agli arti inferiori, ritenzione idrica, gambe pesanti e cellulite.
– le FOGLIE DI BETULLA stimolano la diuresi e il sistema linfatico, favorendo l’eliminazione dei liquidi in eccesso, e, nello specifico, aiutano l’eliminazione e la scomparsa dei noduli fibroconnettivali, caratteristici di questo inestetismo cutaneo.
-la PILOSELLA, un potente diuretico che viene utilizzato nel trattamento degli inestetismi della cellulite, gonfiore alle caviglie, edemi degli arti inferiori, ritenzione idrica specie se conseguente a disordini alimentari o trattamenti farmacologici.

Gli OLI ESSENZIALI per la cura della cellulite svolgono un’azione drenante sui ristagni linfatici, stimolando la circolazione periferica e lipolitica sul grasso localizzato. Si utilizzano localmente diluiti in olio di mandorle (10 gocce per 100 ml di olio) oppure nella vasca per fare bagni tonificanti ad azione anticellulite. Ecco gli oli essenziali più efficaci per combattere la cellulite:
-OLIO ESSENZIALE DI BETULLA: previene problemi venosi e disturbi circolatori, in caso di gambe pesanti, gonfiori, edemi e ristagni linfatici.
-OLIO ESSENZIALE DI LIMONE: è un tonificante del sistema circolatorio; stimola la circolazione linfatica e venosa, rafforza i vasi sanguigni e fluidifica il sangue .
-OLIO ESSENZIALE DI ROSMARINO: viene impiegato come ingrediente nei prodotti cosmetici e nei fanghi contro la cellulite o l’adipositaà localizzata, in virtù dell’azione lipolitica, stimolante della circolazione periferica e drenante sul sistema linfatico.

Da non perdere