oggi è il 22 settembre siamo in Autunno

Newsletter

consigli

In questa sezione trovi i consigli del farmacista: una selezione di suggerimenti su come prevenire e affrontare le patologie più comuni, e approfondimenti legati a omeopatia, fitoterapia e cosmesi.

continue

In evidenza

Consigli

consiglio Da non perdere

L’ Eleuterococco : ottimo in caso di stanchezza, per la concentrazione mentale e l’ umore

L’Eleuterococco senticosus è un arbusto che cresce spontaneo nella taiga, soprattutto in Mongolia e Siberia. Per questo è chiamato anche “ginseng siberiano”. Con il ginseng ha in comune molte proprietà tonificanti, ma decisamente più leggero. Ha fiori di colore giallo-viola e bacche carnose nero-rossastre. Ma i principi attivi dell’Eleuterococco sono contenuti nelle sue radici che, quindi, sono utilizzate a scopi terapeutici in fitoterapia. Vediamo quali sono.

Eleuterococco: l’adattogeno che stimola la concentrazione

Conosciuto soprattutto per le sue proprietà di migliorare la lucidità mentale. L’Eleuterococco è usato soprattutto per la concentrazione e l’attenzione, nello studio e anche nel lavoro. È un adattogeno, ovvero migliora la risposta dell’organismo in relazione alla fatica. Utile in caso di stress psico-fisico e sovraffaticamento, poiché combatte la stanchezza, risollevando le energie. L’Eleuterococco è utilizzato in caso di debolezza e astenia. Ottimo per riprendere le forze in convalescenza dopo un’influenza. Inoltre, grazie alle sue proprietà rinvigorenti, è utile come rimedio naturale se si soffre di pressione bassa.

Eleuterococco per il sistema immunitario

Ricco in polisaccaridi, l’Eleuterococco, rinforza il sistema immunitario. Rinvigorisce i globuli bianchi e aumenta il numero di linfociti T, oltre che a migliorare la circolazione sanguigna. Ottimizza così la resistenza dell’organismo agli attacchi esterni e di adattamento a cambiamenti climatici e stagionali, aumentando la resistenza al freddo. Indicato, quindi, per prevenire le forma influenzali e per contrastare le malattie infettive.

Stimola il metabolismo e aumenta la resistenza muscolare

L’Eleuterococco, oltre a stimolare il metabolismo, ha un’azione defaticante sulla muscolatura e aumenta la capacità di resistere agli sforzi fisici, migliorando così la performance sportiva. Per queste sua proprietà specifica veniva utilizzato nell’ex Unione Sovietica, come integratore alimentare per gli astronauti, nei lunghi periodi di permanenza nello spazio, e gli atleti russi, famosi per le loro imprese sportive. l’Eleuterococco può essere usato da chi pratica sport, prima o durante un allenamento o una gara.

Il tonico che migliora l’umore delle donne

Particolarmente adatto alle donne, per la sua azione anti-stress e di riequilibrio dell’energia, in caso di ansia o depressione. Problematiche a cui l’universo femminile è più soggetto. L’Eleuterococco agisce come tonico “gentile”, migliorando l’assetto corpo-mente, senza però aumentare l’agitazione o disturbare il sonno. Il risultato è un miglioramento del tono dell’umore. È anche un afrodisiaco, poiché stimola le ghiandole sessuali, favorendo la secrezione degli ormoni. Attenzione: diminuisce l’effetto dei contracettivi assunti presi per via orale.

Quando evitarne l’assunzione

È preferibile evitare l’assunzione di Eleuterococco, se si soffre di insonnia, ipertensione, tachicardia e mal di testa. È bene non farne uso per le donne in gravidanza, o che stanno allattando, e anche per bambini. In caso di diabete, se si assume insulina, è necessario confrontarsi con il medico. Interferisce anche con altri farmaci, come antibiotici, diuretici, barbiturici, ansiolitici e psicofarmaci. Si trova in erboristeria e negozi specializzati in prodotti naturali, ma anche in farmacia, in varie composizioni. La tintura madre e l’estratto secco, sotto forma di capsule o compresse. È preferibile assumere l’Eleuterococco al mattino, per non interferire con il sonno. In ogni caso, per la posologia evitare il fai-da-te, ma interpellare un esperto di fitoterapia, che può essere un erborista, un naturopata o un medico che conosca le proprietà delle piante.

1x1ad
Riassumendo:
Eleuterococco parti utilizzate: radici e rizomi.
Principi attivi: eleuterosidi (ai quali erroneamente venivano attribuite tulle le proprietà della pianta), cumarine, olio essenziale, polifenoli, fitosteroli, in particolare polisaccaridi, presenti in quantità tripla rispetto agli eleuterosidi.
Impieghi: grazie alle sue proprietà adattogene (in grado di incrementare lo resistenza dell’organismo allo stress psicofisico, favorendo l’adattamento alle variazioni esterne e interne che lo sollecitano; una sostanza adattogena deve agire nel senso della normalizzazione, indipendentemente dal tipo di situazione patologica, deve essere innocua e disturbare il meno possibile le funzioni organiche), l’ eleuterococco è un buon rimedio antistress e antifatica, che migliora la memoria e la concentrazione.
L’ eleuterococco è utile anche in caso di ipotensione, convalescenza e attività sportiva.
Effetti collaterali: in letteratura per l’ eleuterococco sono riportati scarsi effetti collaterali.
Si parla di insonnia, irritabilità, palpitazioni e cefalea, peraltro tutti disturbi di origine incerta.
Controindicazioni: febbre, asma ed enfisema, diabete, insonnia, ipertensione, gravidanza, ipersensibilità accertata verso uno o più componenti.
Come utilizzarlo: generalmente in caso di convalescenza, stanchezza generale, si assume una capsula di estratto secco di eleuterococco 2 volte al dì. In occasione di un esame, per prepararsi al meglio: si assumono 40 gocce di TM al risveglio e 40 gocce di Betula verrucosa, semi, MG 1 DH 15 minuti dopo pranzo e dopo cena.
Sono possibili trattamenti fino a 3 mesi consecutivi.

 

Da non perdere