oggi è il 14 ottobre siamo in Autunno

Newsletter

consigli

In questa sezione trovi i consigli del farmacista: una selezione di suggerimenti su come prevenire e affrontare le patologie più comuni, e approfondimenti legati a omeopatia, fitoterapia e cosmesi.

continue

In evidenza

Consigli

consiglio Da non perdere

Le vitamine del gruppo B

Le vitamine del gruppo B sono fattori coenzimatici; permettono in pratica il funzionamento degli enzimi, gli acceleratori delle reazioni metaboliche, e sono quindi indispensabili per la salute umana.

Si tratta di vitamine idrosolubili, termolabili e fotosensibili, per questo motivo i metodi di cottura e di conservazione degli alimenti possono ridurne sensibilmente la presenza nei cibi.

Svolgono ruoli fondamentali in tantissime funzioni vitali dell’organismo: del sistema nervoso, del sistema immunitario, del metabolismo energetico e intervengono anche per favorire il benessere di pelle e annessi cutanei (ovvero capelli e unghie).

Le vitamine del gruppo B permettono la trasformazione degli alimenti in energia di pronto utilizzo e in questo contesto sono importanti tanto per la crescita dei bambini che negli adulti per contrastare le situazioni di stanchezza, stress e superlavoro.

In particolare:

B2, B3, B5, B6, B9 e B12 contribuiscono alla riduzione di stanchezza e affaticamento.

B1, B2, B3, B5, B6, B8 e B12 contribuiscono al normale metabolismo energetico.

B1, B2, B3, B6 e B12 contribuiscono al normale funzionamento del sistema nervoso.

Tiamina, riboflavina, niacina, vitamina B6, biotina e acido folico contribuiscono alla normale funzione psicologica.

Colina, vitamina B6, acido folico e vitamina B12 contribuiscono al normale metabolismo dell’omocisteina.
L’omocisteina è prodotta fisiologicamente dal nostro organismo ma diversi studi scientifici suggeriscono che elevati livelli di omocisteina rappresentano un importante fattore di rischio per le malattie cardiovascolari, tanto che l’omocisteina viene spesso definita “il nuovo colesterolo”.

Vitamina B12 indispensabile per vegetariani e vegani

La vitamina B12, o cianocobalamina, si trova soprattutto in fonti di origine animale, come il fegato, la carne rossa e il pesce. E’ contenuta inoltre nel rosso d’uovo e, in minore quantità, nei formaggi, soprattutto in quelli stagionati. Per questo motivo i vegetariani, ma soprattutto i vegani, devono stare attenti ad una sua potenziale carenza.

La vitamina B12 è importantissima per garantire la normale funzionalità del sistema nervoso e la salute del sangue.

Una carenza di tale vitamina può infatti portare a diversi disturbi, alcuni anche molto gravi.
Si può partire da una semplice anemia che porta a stanchezza e pallore per poi degenerare in altre problematiche evidenziabili soprattutto a livello orale: lingua eccessivamente liscia, arrossata e pruriginosa.
Altri sintomi che richiamano una carenza di cianocobalamina sono irritabilità, mal di testa, depressione, deficit dell’attenzione, formicolii e alterata percezione del dolore e dell’equilibrio.

Alimenti che più vengono in soccorso ai vegani sono quelli fermentati, come la soia. Il processo di fermentazione, infatti, aumenta il tenore di vitamina B12. Stessa cosa dicasi per le verdure e le foglie di tè.
Alcune specie di alghe commestibili essiccate come quella verde (Enteromorpha sp.),  viola (Porphyra sp.) e le nori, possono sostituire abbastanza bene i cibi di origine animale.

Integratori a base di vitamine del gruppo B sono tantissimi.

B complex liquid per esempio è un integratore a base di vitamine B1, B2, B3, B5, B6, B8, B9 e B12, in gocce.
Mezza pipetta fornisce un quantitativo di vitamina B12 ideale anche per chi segue un’alimentazione vegana.

L’integrazione di vitamine del gruppo B è sempre consigliata a persone sottoposte a terapia antibiotica in quanto le vitamine del gruppo B sono responsabili della colonizzazione batterica dell’intestino.

Da non perdere