oggi è il 12 dicembre siamo in Autunno

Newsletter

consigli

In questa sezione trovi i consigli del farmacista: una selezione di suggerimenti su come prevenire e affrontare le patologie più comuni, e approfondimenti legati a omeopatia, fitoterapia e cosmesi.

continue

In evidenza

Consigli

consiglio Da non perdere

Le regole d’oro per salvaguardare il benessere intimo

Il benessere intimo, purtroppo, non sfugge a rischi, a cominciare dallo stress, che può incidere negativamente sul delicato equilibrio batterico delle parti intime.

Sensazione di secchezza, bruciore o prurito persistente sono i tipici sintomi della vaginite. Nella maggior parte dei casi, questi sono causati da un’eccessiva crescita fungina, soprattutto di Candida albicans. La vagina,infatti, è calda, umida, zuccherina e acida ed, inoltre, per la sua configurazione anatomica, la sua detersione è incompleta.

Nell’acquisizione di questo fungo giocano anche fattori ambientali. La frequentazione di piscine, palestre e bagni in comune, l’umidità intrappolata dal costume da bagno o da indumenti intimi in materiale sintetico sono tra questi fattori e possono facilitare la sovracrescita di questo fungo. Anche lo stress può giocare un ruolo significativo nella comparsa di piccoli fastidi intimi, poiché libera cortisolo al surrene. Questo ormone può ridurre la quantità della risposta immunitaria e facilitare un disturbo dell’ecosistema vaginale, che trova un equilibrio fra i diversi germi che lo abitano.

COME DIFENDERSI E PREVENIRE, QUINDI, EVENTUALI DISTURBI? 

Un’igiene intima più attenta e accurata, a tutte le età, può contribuire a ridurre il rischio di queste infezioni, se non addirittura a prevenirle. Quando si manifestano i sintomi di una vaginite e non è possibile un controllo ginecologico per una diagnosi precisa, il primo provvedimento è un’igiene scrupolosa e l’uso di indumenti intimi non sintetici. Molte donne preferiscono non usare i comuni saponi per l’igiene del corpo, che hanno, di regola una componente basica, ovvero ottima per la cute, ma che può non risultare ottimale per  i tessuti genitali esterni (vulva) e per le parti interne (canale vaginale) e scelgono un prodotto dedicato all’igiene intima.

La preferenza va data a detergenti con poche sostanze tensioattive, che riducono il velo lipidico, che protegge l’epidermide, con una formulazione non aggressiva e senza SLES, in cui le sostanze tampone hanno una componente leggermente acida, più adatta ai tessuti genitali. Anche nelle fasce di età più giovani è bene scegliere il detergente intimo più adeguato per proteggere la fisiologia delle parti intime. Meglio orientarsi su un prodotto molto delicato, formulato con ingredienti naturali e ad azione lenitiva e antibatterica, per prevenire arrossamenti e piccoli fastidi intimi.

Quali le buone abitudini da non dimenticare? Ecco i consigli per prevenire il rischio di infezioni e fastidi intimi. Le regole d’oro per salvaguardare la salute e il benessere intimo :

  • IGIENE INTIMA, UNA ROUTINE DA NON TRASCURARE. Lavare le parti intime o una volta al giorno, scegliendo prodotti detergenti delicati, studiati per preservare la naturale fisiologia delle aree genitali. I detergenti di nuova formulazione sono stati validati da test clinici di tollerabilità e sono clinicamente testati per ridurre il rischio di reazioni allergiche. La vagina a un pH acido, che aiuta a ridurre la crescita batterica, per questo le donne, che preferiscono saponi liquidi per l’igiene intima, devono scegliere detergenti con pH acido, per non disturbare questo normale meccanismo di protezione dalle infezioni. Dopo essersi lavate, gare accuratamente le parti intime, in modo da non intrappolare umidità sotto la biancheria intima.
  • COMODI E TRASPIRANTI: la scelta giusta per indumenti e biancheria intima. In palestra è bene evitare indumenti eccessivamente stretti e aderenti, poiché il continuo sfregamento contro la zona genitale può favorire la comparsa di irritazioni, che possono trasformarsi facilmente in infezioni. Attenzione anche a scegliere la biancheria intima: preferire i tessuti naturali, meglio ancora il cotone: le fibre sintetiche, infatti, impediscono la normale traspirazione della pelle e creano un ambiente adatto alla proliferazione di microrganismi aggressivi.
  • A CIASCUNO IL SUO ASCIUGAMANO. A casa, in palestra o in piscina, è buona norma utilizzare il proprio asciugamano. In piscina, evitate di sedervi sui bordi della vasca e nei bagni pubblici.
  • SCARICA TENSIONE E STRESS.
  • ALIMENTAZIONE SANA PER RIDURRE IL RISCHIO DI INFEZIONI. Anche un’alimentazione corretta può dare benefici e contribuire a prevenire e ridurre i fastidi intimi. Un intestino regolare, ad esempio, ha dirette ripercussioni sul benessere intimo. In particolare, mangiare tanta frutta e verdura, yogurt e altri latticini arricchiti con fermenti lattici può influire sull’ecosistema intestinale, migliorandone la funzionalità ed aumentando le difese contro i diversi agenti infettivi, che possono attaccare il nostro organismo.
  • USO DI PROBIOTICI. I probiotici contengono microrganismi viventi utili alla nostra salute, soprattutto batteri benefici che, una volta raggiunto l’intestino, lo colonizzano con conseguenti effetti positivi sulle difese immunitarie. La loro assunzione, inoltre, contribuisce a migliorare anche la flora vaginale: i batteri “utili” contenuti nei probiotici, infatti, sono in grado di “traslocare” dal retto alla vagina, colonizzando le mucose vaginali oltre a quelle intestinali. Studi scientifici hanno dimostrato che l’assunzione di probiotici per via orale ha un effetto benefico sulla flora batterica vaginale e sui profili immunologici vaginali.

Da non perdere